Quando l’amore brucia l’anima – Walk the Line.

Ecco un film di cui non avevo visto solo che l’inizio, “Quando l’amore brucia l’anima – Walk the Line” dedicato alla storia di Johnny Cash il celberrimo autore di “Folsom Prison Blues”, cantautore country, folk e di numerosi talkin’ blues.i pu

I titolo originale è semplicemente “Walk The Line”, uscito nel 2005 tramite la Fox 200 Pictures e con alla regia James Mangold sempre regista del film “Logan” dedicato al mutante di casa Marvel Wolwertien, il iflm è postumo alla morte del cantautore scopmapreso due anni prima nel 2003 a pochi mesi dalla dipartito di June Josh Carter sua moglie amore della sua vita.

Il film parla anche proprio di questo amore tra Johnny Cash interpretato da Joaquin Phonix, il Commodo del Gladiatore tanto per capirsi, e June Carter intepretato da Reese Whiterspoon, la bella protagonoista di “La Rivincita delle Bionde” (2001) e “Wild) (2014), tra il cast troviamo anche Ginnifer Goodwin la Biancaneve della serie tv “Once Upon a Time” nel ruolo della prima moglie Vivian Cash e un grande  Robert Patrick..si si nerdofili degli anni 80 come me  proprio il T-1000 di Terminator 2 nel ruolo del padre.

Il film inizia con Cash fisso a guardare una motosega prima di esibirsi sul palco della prigione di Folsom dove registro quel suo grandissimo concerto live che obliterò in fatto di vendite anche alcu i dischi dei Fab Fours a.k.a The Beatles,  e da qui parte il flashback all’infanzia e al tragico episodio della morte del fratello Jack.

Il periodo nell’aviazione i Germania, il matrimonio con la moglie Vivian che aveva conosciuto prima di partire per l’esercito, fino alla registrazione del suo primo singolo “Folsom Prison” e “Cry Cry Cry” proprio in quegli studi della Sun Records di Sam Phillips qui interpretato da Dallas Robert gia apparso in quel “Treno per Yuma” sempre diretto da James Mangold, ovviamente sono presenti anche i Tennesse Three formati iniziamelnte dal duo di contrabasso Marshall Grant, e chitarra Luther Perkins a cui si aggiunse poi W.S. Holland batterista di Carl Perkins.

Nel film vediamo Nash viaggiare in tour per il paese con gli attori che interpretano il meglio del Rock and Roll made in Usa, Elvis Presley interpretato da Terry Hilton e Jerry Lee Lewis da Waylon Jennings, e nel frattempo affrontare il suo periodo con le droghe, il fallimento del suo primo matrimonio, i problemi con la legge, il periodo di ripresa della crisi e la decisione di esibirsi in un carcere idea fortemente rifiutata dalla Columbia che quasi lo impedì..

Con sfondo e lieto fine come successe veramente,  il ragazzo con la chitarra conquista la sua bella dopo svariati alti e bassi sia in campo preofessionale che relazionale, tanto di cappelo agli attori che interpretano i protagonisti che hanno cantato le canzoni del film non affidandosi ad altri.

Un film abbastanza lungo ma che secondo me rende l’idea del personaggio di Johnny Cash, un bel fim che ha conquistato ben tre Golden Globs e ben cinque nomination agli Oscar.